Club Pampers Accedi
Naviga tra le sezioni
Indietro

LE TAPPE DEL SONNO DA 0 A 12 MESI

Ecco come cambia il sonno del tuo bambino, dalla nascita al primo compleanno.

Come dorme il tuo bambino da 0 a 12 mesi

Guarda il video

Che sonno!

Il sonno è un ingrediente fondamentale della crescita. Nel corso del primo anno di vita, il sonno del bambino cambia molto: maturano i circuiti nervosi che regolano l'alternanza sonno/veglia e il piccolo si abitua gradualmente alla vita extra-uterina. Questo percorso segue alcune tappe di sviluppo. Ma attenzione: i bisogni e le abitudini di sonno variano da bambino a bambino. Alcuni dormono molto, altri meno. Alcuni acquisiscono presto il ritmo sonno/veglia, altri più tardi. Se hai dubbi o preoccupazioni sul sonno del tuo bambino, parlane con il tuo Pediatra.

Nascita

Il neonato dorme mediamente 16-18 ore al giorno, senza distinzioni tra il giorno e la notte. Sin dalla nascita, vi sono grandi differenze da bambino a bambino: i lungo-dormitori dormono fino a 20 ore; ai breve-dormitori sono sufficienti 14 ore. Il sonno del neonato è frequentemente interrotto dal senso di fame, mediamente ogni 2-3 ore. I bambini allattati al seno tendono a svegliarsi più frequentemente; quelli allattati artificialmente hanno generalmente intervalli più lunghi tra un pasto e l'altro. Il sonno del neonato è “più leggero”: prevale la fase di sonno attivo o REM (da Rapid Eye Movement, caratterizzata da un'intensa attività cerebrale) rispetto alla fase di sonno calmo o non-REM (più profondo e ristoratore).

1 mese

Nel corso del primo mese di vita, il bambino deve abituarsi alla vita extra-uterina. Pian piano, inizia a interagire maggiormente con l'ambiente. Dorme in media 14-16 ore al giorno, ancora senza distinzione tra giorno e notte. Le interruzioni per i pasti sono frequenti, sia di giorno che di notte.

2 mesi

A 2 mesi i periodi di veglia iniziano a concentrarsi di giorno e in particolare nel tardo pomeriggio (associati ad una particolare irrequietezza, tipica di questa fase dello sviluppo). I bisogni di sonno restano importanti: 14-16 ore al giorno. Inizia l'acquisizione del ritmo circadiano (da circa=attorno + diem=giorno, organizzato quindi sulla periodicità delle 24 ore) sia per il sonno, sia per altre funzioni vitali come la respirazione, l'attività cardiocircolatoria, la produzione ormonale, la temperatura corporea.

3 mesi

A 3 mesi il bambino dorme complessivamente 13-14 ore. Inizia a strutturare un più preciso ritmo sonno-veglia. I periodi di veglia si concentrano di giorno, interrotti da 5-6 sonnellini che gradualmente diventano di più breve durata. I periodi di sonno si concentrano di notte, con risvegli meno frequenti per i pasti notturni.

6 mesi

Tra i 4 e i 6 mesi il bambino dorme complessivamente 12-14 ore, di cui la maggior parte durante la notte. Alcuni bambini (ma non tutti) iniziano a fare lunghi periodi di sonno notturno ininterrotto, fino anche a 6 ore. Durante il giorno, il bambino passa da 5 sonnellini a 4 mesi a 3-4 sonnellini a 6 mesi. A 6 mesi la fase di sonno non-REM prevale sulla fase di sonno REM: il sonno diventa quindi “più profondo”. Intorno ai 6 mesi, alcuni bambini fanno più fatica ad addormentarsi la sera e riprendono a svegliarsi più frequentemente la notte. È normale. Corrisponde ad una fase dello sviluppo tipica di questa età, chiamata “ansia di separazione”: il bambino inizia a percepirsi come un individuo separato dalla mamma e vive la paura dell'abbandono.

9 mesi

A 9 mesi il bambino ha generalmente un ritmo sonno-veglia definito. Dorme complessivamente 12-14 ore al giorno. Le ore di veglia diurne sono interrotte da 2 o 3 pisolini (più frequentemente uno al mattino e uno al pomeriggio). Le ore di sonno sono concentrate durante la notte. Alcuni bambini dormono ormai tutta la notte. Altri si svegliano ancora per la poppata notturna. Per alcuni, i risvegli sono ancora condizionati dall'ansia di separazione dalla mamma (concentrati tra le 21 e le 24 di sera e tra le 3 e le 6 del mattino).

12 mesi

Al compimento del primo anno il fabbisogno di sonno del bambino è di circa 12 ore al giorno. Sono presenti ancora 1 o 2 sonnellini diurni (il mattino e, più frequentemente, il pomeriggio). La maggior parte (non la totalità!) dei bambini dorme tutta la notte, senza risvegli per la poppata notturna.

Inserisci parola chiave: